Skip to content
Vichingo.top

Chi è chi nell’intricato mondo degli dei vichinghi

Nelle credenze e nelle leggende precristiane dei popoli del nord, non solo compaiono divinità e dee, ma sono anche piene di molte altre creature come giganti, nani, elfi, mostri, animali fantastici … ma, questa volta, noi si concentreranno sugli dei.

I vichinghi adoravano molte divinità diverse, ognuna delle quali governava su diversi aspetti della vita degli uomini: amore, guerra, fertilità, raccolti … Le divinità avevano caratteristiche e attributi diversi, così come punti di forza e di debolezza. Avevano molte caratteristiche comuni con gli umani e, in molte occasioni, si comportavano come tali ed erano persino mortali. Gli dei proteggevano e davano forza agli uomini e questi, in cambio, celebravano puntualmente feste e sacrifici in onore delle loro divinità pagane.

Nella mitologia norrena compaiono due diversi clan di dei

Questi due clan o tribù di dei vichinghi erano gli Æsir e i Vanir. Le due parti hanno combattuto una guerra di lunga durata in cui nessuna delle due parti è stata superiore all’altra, culminata in un accordo di pace in cui sono stati scambiati alcuni ostaggi. La buona armonia che si è generata in seguito, è propizia che alcuni matrimoni siano stati celebrati tra divinità di clan differenti mescolando, in questo modo, entrambe le razze.

Secondo alcune fonti, la dea o gigantessa Gullveig, appartenente al clan Vanir, fu la colpevole dell’inizio della guerra tra le due parti. Questa strega andava continuamente ad Asgard dove l’Æsir non poteva più sopportare la sua avidità e il suo amore smodato per l’oro. In una di queste visite è stata uccisa e bruciata sul rogo. La strega fu resuscitata di nuovo e continuò con le sue fastidiose visite, così gli dei Æsir ripeté la stessa operazione tre volte sempre con lo stesso risultato, così gli dei la lasciarono sola e iniziarono a chiamarla Heid (“brillante”). Quando gli dei Vanir seppero del trattamento oltraggioso ricevuto da Gullveig, iniziò una disputa tra i due tripi che si scatenò nella prima guerra della storia.

Della razza degli Æsir è a cui appartengono gli dei più importanti per i popoli scandinavi. Vivevano ad Asgard (uno dei nove mondi della mitologia norrena ) ed erano per lo più legati al potere e alla guerra. Da parte loro, i Vanir vivevano nel Vanaheim (un altro dei nove mondi ) e sono principalmente legati ai raccolti, alla fertilità o all’amore.

L’elenco degli dei vichinghi più importanti e popolari che dovresti conoscere

Il pantheon degli dei nordici è composto da una moltitudine di dei, questi sono i più importanti:

Odino

Odino appartiene alla razza degli Æsir ed è il dio supremo, il re di tutti gli dei, nella religione vichinga. È considerato, insieme ai suoi fratelli Ve e Vili, il creatore di Midgard (il mondo degli uomini) e la creazione degli umani stessi. Rappresenta la saggezza, che ha ottenuto bevendo dalla fonte della saggezza, anche se, per questo, ha dovuto sacrificare uno dei suoi occhi. È spesso raffigurato come un vecchio camminatore che cerca instancabilmente la saggezza. Ma Odino con un occhio solo ha anche il suo lato sinistro, poiché è il dio della guerra e dei morti. È responsabile del Valhalla, la stanza in cui vanno tutti i guerrieri vichinghi uccisi in battaglia e che sono guidati lì dalle Valchirie e preparati per la grande battaglia alla fine del mondo, Ragnarök.


Frigg

Frigg era la moglie di Odino e la dea più importante nella mitologia norrena. Era considerata la regina degli Æsir e la dea del cielo dei Vichinghi. È anche correlato alla fertilità, alla maternità, al matrimonio, agli affari domestici e, in definitiva, alla dea della casa.


Balder

Appartiene anche alla razza degli Æsir. È il figlio più giovane di Odino e Frigg. È legato alla luce e alla purezza. Balder era l’epitome della perfezione. Era un essere divino giusto, saggio e gentile di incomparabile bellezza. Anche così, iniziò ad avere sogni oscuri di cui sua madre, che sapeva leggere i sogni, interpretò che era destinato ad essere assassinato. Poiché la dea Frigg non poteva accettare questa previsione, viaggiò per Asward e Midgard chiedendo a tutti gli animali, piante e cose che non danneggiavano suo figlio. Ci è riuscito, ma si è dimenticato di chiedere al vischio. L’astuto dio Loki usò il vischio per fare un dardo e successivamente ingannò il dio Höðr, il fratello cieco di Balder, facendogli lanciare il dardo contro suo fratello. Il dardo ha colpito il cuore di Balder provocando la morte,

Glima, l'arte marziale dei Vichinghi

Tyr

Il dio del valore, della guerra e della gloria eroica. Nell’antica mitologia germanica, era probabilmente il dio principale fino a quando non fu sostituito da Odino nelle leggende vichinghe. Tyr è raffigurato senza una mano, poiché è stato strappato via dal malvagio lupo Fenrir mentre cercava di legarlo aiutato da altri dei.


Bragi

Era uno dei più saggi Æsir e poeta personale del dio Odino. Esistono versioni contraddittorie di chi fossero i genitori di questo dio vichingo. Mentre alcune fonti attribuiscono Odino e la gigantessa Gunlod come genitori, in altre opere è figlio di Odino e Frigg. La missione di Bragi è accogliere i nuovi arrivati ​​nel Valhalla offrendo loro da bere e vivacizzando il Valhalla con i suoi versi. Per qualcosa è il dio della poesia e dei bardi (quelli incaricati di trasmettere oralmente storie, leggende e poesie per preservare la storia dei popoli). È sposato con la dea Idun, la proprietaria delle mele della giovinezza.


Thor

Senza dubbio, il più famoso e venerato degli dei vichinghi. Le sue aree di influenza sono la guerra e la fertilità. Gli era stato assegnato il compito di difendere Asgard combattendo giganti e mostri. Per questo fece battezzare il suo inseparabile martello come Mjöllnir e la sua straordinaria forza. È anche il dio del tuono e del fulmine ed era un difensore della legge e dell’ordine. Era il figlio di Odino e Fjörgyn e sua moglie era la dea Sif. Il martello di Thor , rappresentato in un ciondolo è un simbolo molto importante per i pagani.


Loki

Loki non è in realtà un dio. È figlio di due giganti, ma aveva una stretta relazione con il dio Odino, che lo considerava suo fratello (fino alla morte del figlio Balder a causa dei trucchi di questo personaggio) e visse a lungo ad Ásgard come un dio in più. Loki non è qualcuno di cui fidarsi, è un bugiardo, astuto e imprevedibile. È in grado di cambiare forma, trasformandosi in diversi animali a piacimento. Non è del tutto malvagio, ma è capriccioso e, in molte occasioni, crudele. Trascina altri dei nei suoi intrecci ma, in molti casi, è anche grazie a lui che riescono a uscire da diverse situazioni complicate. I misfatti che gli dei sopportano da Loki hanno il loro limite nella morte, causata da lui, del dio Balder, figlio di Odino e Frigg.


Hel

Era la figlia di Loki e la regina del mondo di nome Hel o Helheim. Questo mondo era, più o meno, come l’inferno dei cristiani, ma vi andarono uomini che morirono di vecchiaia o malattia, che potevano essere buoni o cattivi indistintamente. Hel è stato incaricato di giudicare le anime che sono entrate nel suo regno e di decidere il loro destino. Hel è descritta nei racconti mitologici vichinghi, con metà del corpo e del viso davvero belli e l’altra metà come un cadavere in decomposizione. Alcuni dicevano che fosse la dea più potente, anche più dello stesso Odino.


Freyr

Freyr appartiene alla tribù Vanir degli dei vichinghi. È uno degli dei più venerati. È il dio più importante legato alla fertilità, alla sessualità e all’ecologia. Era il dio adorato quando si trattava di temi nuziali e celebrazioni legate al raccolto. Il simbolo con cui è associato è il cinghiale, quindi questo animale era quello utilizzato, solitamente, per dedicargli i sacrifici. Aveva una nave, la Skíðblaðnir, capace di avere sempre un vento favorevole e di essere ripiegata per occupare meno spazio di un fazzoletto.


Freya

È la sorella gemella di Freyr, quindi anche lei appartiene alla tribù dei Vanir. Tuttavia, sposò un dio della tribù degli Æsir e rimase a vivere ad Asgard. È considerata la dea dell’amore, della bellezza e della fertilità, ma è anche legata alla guerra, alla morte e alla ricchezza. Freya personificava la volva , una specie di strega nella religione nordica, quindi padroneggiava anche la magia e le profezie.


Iðunn (Idun)

L'altare di Ásatrú

Gli dei vichinghi invecchiano e possono morire come qualsiasi mortale. Mangiando le mele che la dea Ásynjur Idun custodisce, rimangono sempre giovani e possono ingannare la morte. Idun è la moglie del dio Bragi.