Skip to content
Vichingo.top

Donne vichinghe nella società nordica


Oggi, le donne vichinghe sono più popolari che mai grazie a film e serie TV come “Vikings”. In essa troviamo donne guerriere vichinghe che combattono con gli uomini alla pari.

Lo status della donna vichinga è uno degli aspetti che ha suscitato più interesse nella nostra società.

Tuttavia, quello che vediamo al cinema, e l’immagine che abbiamo delle donne vichinghe, non è del tutto vero.

I diritti delle donne vichinghe

Non è tutta finzione; le donne scandinave hanno goduto di molti privilegi, diritti e potere durante il periodo dell’età vichinga.

Qualcosa che ad altre civiltà come quella cristiana e musulmana mancava quasi completamente.

Le donne vichinghe mantennero questo status sociale finché non lo persero quando si convertirono al cristianesimo.

Lo status sociale della donna vichinga

I figli scandinavi ereditavano lo status sociale della madre. Vale a dire, il figlio di una schiava era uno schiavo. E il figlio di una donna libera era una persona libera.

Qui vi mostriamo il ruolo svolto dalle donne vichinghe secondo lo strato sociale che corrispondeva loro:





Una nobile donna vichinga

Aveva il migliore status tra tutta la popolazione femminile scandinava.

Erano le mogli dei nobili e dei jarl. Avevano donne schiave che svolgevano tutti i tipi di compiti domestici.

La donna vichinga libera

La húsfreyja era la moglie di un uomo libero. L’emblema delle donne vichinghe libere era un mazzo di chiavi legato alla vita.

Ásatrú, la religione dei Vichinghi praticata oggi

Queste chiavi aprivano le porte delle loro case e dei loro forzieri. Maggiore è il numero di chiavi, maggiore è la ricchezza.

Inoltre, avevano il potere di gestire la proprietà senza il consenso del marito. Il ruolo della donna vichinga era quello di cucinare, allevare i bambini e tessere.

Schiave vichinghe

Le schiave vichinghe avevano due funzioni principali: lavorare e soddisfare tutti i bisogni sessuali dei loro proprietari.

Le donne vichinghe più belle e più giovani erano meglio considerate dai loro proprietari. Il resto dormiva con gli animali e non aveva diritti. I loro proprietari potrebbero maltrattarli e anche mettere fine alla loro vita.

Legami tra uomini e donne vichinghi

Nella cultura scandinava era permesso che sia gli uomini che le donne vichinghe potessero sposarsi, divorziare e persino ereditare per vedovanza.

Le donne vichinghe potevano sposarsi solo se non avevano figli

Il matrimonio vichingo era tra famiglie dello stesso status sociale. Entrambi hanno offerto la stessa quantità di denaro.

Questo legame rafforzava le alleanze tra i clan vichinghi e serviva a firmare dei trattati di pace.

Le donne vichinghe dovevano essere caste prima del matrimonio e fedeli durante tutta la relazione. Gli uomini potevano avere relazioni sessuali con altre schiave e potevano avere diverse mogli.

L’adulterio commesso da una donna vichinga era punibile con il pagamento di una somma di denaro e anche con la morte.

Le donne vichinghe avevano il diritto di divorziare

Per chiedere il divorzio era sufficiente dichiarare maltrattamenti o insoddisfazione sessuale in presenza di uno o più testimoni.

Festa vichinga di Catoira

La donna aveva il diritto di recuperare tutto ciò che la sua famiglia aveva contribuito al matrimonio. Inoltre, se il divorzio è stato prodotto per colpa dell’uomo, lei poteva chiedere un terzo dei beni comuni.

Una donna vichinga ereditava tutte le proprietà quando rimaneva vedova

Hanno assunto la piena gestione di tutti i beni del marito defunto. Inoltre, potevano risposarsi e continuare ad accumulare più ricchezza.

Le donne vichinghe sapevano combattere?

Non c’è dubbio che la maggior parte delle donne scandinave sapeva combattere perfettamente.

Oltre ad occuparsi di tutti i compiti domestici, difendere i loro figli e la loro casa era un altro dei compiti che le donne vichinghe svolgevano in assenza degli uomini.

Le donne vichinghe erano guerriere o scudiere?

Ci sono state donne che hanno partecipato alle spedizioni. Ma si occupavano soprattutto dei feriti e di cucinare.

Tuttavia, anche se in numero minore, c’erano gli skjaldmö, conosciuti anche come scudieri. Erano gruppi di donne guerriere vichinghe che hanno partecipato ad alcune battaglie combattendo fianco a fianco con gli uomini.

La ragione per cui c’erano poche donne che andavano in guerra era perché qualcuno doveva prendersi cura dei bambini e proteggere la casa.

Sono esistite la donzella vichinga e la scudiera Lagertha?

La donzella vichinga Lagertha è una delle più famose donne vichinghe che sono state citate oggi. Il suo nome è scritto anche come Ladgerda o Lathgertha. Ecco gli eventi principali della sua storia:

Vichinghi in America: viaggi e insediamenti a Vinland

La storia di Lagertha

Era nata in Danimarca ed era la moglie di Ragnar Lothbrok. È stata un personaggio storico noto per le sue abilità di combattimento, tattiche di combattimento e coraggio.

La leggenda di Lagertha

Ha dovuto attraversare diverse fasi per raggiungere il titolo di grande guerriero.

Dopo che un signore della guerra di nome Frodo conquistò la Norvegia e uccise lo jarl nell’840, mandò tutte le donne vichinghe al bordello, compresa Lagertha.

L’incontro di Ragnar e Lagertha

Ragnar Lothbrok decide di andare in Norvegia per vendicarsi di Frodo. Nel frattempo, le donne prigioniere riescono a fuggire indossando abiti da uomo.

Le donne vichinghe fuggite formano un gruppo guidato da Lagertha. E si uniscono alla battaglia per porre fine all’invasore. Il nostro protagonista ha mostrato un’incredibile abilità in battaglia, qualcosa che fino ad allora non si era visto.




Per la forza e il coraggio che ha dimostrato in combattimento, le è stato conferito il titolo di donzella dello scudo. Era considerata una delle valchirie vichinghe (le assistenti guerriere di Odino).

Ragnar si innamora di Lagertha

Secondo la leggenda, Lagertha non ha reso le cose facili a Ragnar. Per chiedere la sua mano, ha lasciato un grande lupo cattivo e un grande orso selvaggio alla sua porta.

Armi vichinghe

Prima ha strangolato il lupo e poi ha ucciso l’orso. Infine, lei aprì la porta e gli chiese di sposarla.

La fine del matrimonio vichingo tra Ragnar e Lagertha

Ragnar va in Svezia e incontra Asloug. Lagertha non è disposta a continuare la relazione e rompono il matrimonio.

Nonostante questo risultato, hanno mantenuto una buona amicizia. Anche quando Ragnar ebbe bisogno di aiuto nella guerra civile danese, Lagertha lo sostenne con una flotta di 120 navi vichinghe.

Com’erano fisicamente le donne vichinghe?

Grazie ai nostri progressi, è stato possibile ricostruire il volto di una donna guerriera vichinga morta 1000 anni fa.

Per quanto riguarda il resto del fisico delle donne vichinghe, secondo gli studi forensi dei resti ritrovati, l’altezza media della donna vichinga era di 1,58 metri. I loro capelli erano principalmente biondi e rossi.

Se avete pensato che non erano davvero così alti, dobbiamo tener conto che l’altezza media delle donne in quel periodo era di circa 10 centimetri in meno.

Il cristianesimo ha segnato la fine dei diritti delle donne vichinghe

Il paganesimo si trasformava in cristianesimo e le donne vichinghe perdevano tutti i loro diritti fino a quando, finalmente, assunsero il ruolo sottomesso del resto dell’Europa medievale.

Speriamo che questo riassunto sulla storia delle donne nella società vichinga vi sia piaciuto.