Skip to content
Vichingo.top

Il vichingo che conquistò Parigi

Il termine vichingo è generalmente usato per descrivere una cultura di guerrieri del Nord Europa che esisteva anticamente. Questa cultura ha ispirato decadi di libri e film e ha lasciato un’impressione indelebile su ogni parte del mondo. Ma non tutti sanno che uno dei più grandi vichinghi, Rollo, la cui storia è contornata da una certa aura di mistero, ha conquistato il cuore di una delle grandi capitali dell’Europa occidentale: Parigi.

Gli antenati di Rollo risalivano già all’età dell’oro dei vichinghi, quando gli scandinavi si facevano largo attraverso il mare del Nord, facendo guerra tra loro e ai popoli indigeni, saccheggiando e creando un impero. Una volta raggiunti l’Irlanda e la Gran Bretagna, Rollo, un discendente del re vichingo Harald I, scelse la Francia come obiettivo per la sua crudeltà. I francesi erano ben preparati a combattere una guerra su due fronti, poiché dovevano far fronte anche ad un’altra minaccia, quella dei longobardi.

Quando fu la fine dei Vichinghi?

L’esercito di Rollo, composto da almeno 8.000 guerrieri vichinghi, tormentò le regioni occidentali della Francia nell’891. Imperversarono in Normandia, dove Rollo assunse il controllo come signore pagano. Fu una posizione chiave. Da un lato Rollo poteva affrontare le incursioni vichinghe, dall’altro poteva esercitare pressioni sui Franchi, costringendoli a raggiungere un trattato. In cambio di un pagamento e della promessa di vassallaggio, Rollo e i suoi guerrieri avrebbero deposto le armi. E così avvenne.

Qual era la lingua di Adamo ed Eva?

Rollo fu poi battezzato nel 912 ed eletto duca della Normandia nel 911. Si era guadagnato l’applauso dei Franchi e aveva già governato con successo un confine barbarico per oltre vent’anni. Alla sua morte, nel 927, aveva al suo successore un confine stabile e una mobilitazione militare ben accetta. I suoi discendenti più illustri presero il nome di Normanni e sarebbero diventati il più grande impero del medioevo europeo.

Qual è la nazionalità dei vichinghi?

E mentre gli arcigni vichinghi e i risoluti Franchi si univano sotto un unico duca, i Normanni avrebbero cambiato il destino dell’Europa occidentale per sempre. Sotto il comando di Re William, conosciuto come “il conquistatore”, i Normanni riuscirono a invadere e conquistare la Gran Bretagna nel 1066. Ma fu il figlio di William, Re Roberto il Guiscardo, che si impegnò nella conquista del continente. Con un’armata di soldati ben addestrati, i discendenti di Rollo partirono alla conquista del cuore dell’Europa: Parigi.

Che cosa significa la parola norreno?

Fu così che, nel 885, i Normanni dichiararono la loro spietata campagna. Un esercito di cavalieri e di fanti arrivò alla capitale Francese, e iniziarono un assedio che sarebbe durato per tre mesi. Alla fine, l’operazione, impressionante e militaresca