Skip to content
Vichingo.top

Vikings: il creatore spiega come ha deciso di raccontare la storia di Ragnar Lothbrok

In un’intervista con The Telegraphandargus , lo scrittore e produttore britannico ha rivelato come ha deciso di adattare la saga di  Ragnar Lothbrok e dei suoi figli per la televisione .

“Quando stavamo cercando il nostro personaggio centrale, mi è stato suggerito di Ragnar Lothbrok – il primo leader vichingo uscito dalle nebbie in modo che potesse adattarsi perfettamente. Ha la sua saga, e la maggior parte degli storici ammette che era certamente reale ! I suoi figli certamente! Lo erano! ”ha spiegato.


Inoltre, per vendere la serie al canale History, Hirst ha sottolineato l’importanza universale dei Vichinghi nella storia.

“Pensavo di avere buone possibilità di successo perché la parola ‘Vichinghi’ ha un riconoscimento universale. (?) Hanno viaggiato nella maggior parte dei luoghi del mondo e hanno lasciato il segno in molti. Quando abbiamo venduto lo spettacolo per la prima volta a History Channel a New York, ho detto: ‘Cammina per due isolati nell’ufficio e troverai almeno 200 persone con DNA vichingo. Nello Yorkshire (Inghilterra), molti di noi lo portano ancora. I nomi delle nostre città sono pieni di questi grandi esploratori e costruttori navali “, ha risposto.

Vikings: il creatore della serie gioca al mistero con l'apparizione di Rollo


Il vincitore dell’Emmy ha anche spiegato il suo vero scopo nel ritrarre la storia di queste persone e quanto fosse interessante il loro stile di vita.

“I Vichinghi hanno fatto molto e lo stereotipo dello ‘stupro e saccheggio’ è stato affrontato nel corso dei secoli. Anche un’indagine più superficiale rivela che erano una cultura affascinante. Il suo atteggiamento nei confronti delle donne era molto più progressista rispetto alle società dell’Inghilterra sassone. Le donne potrebbero divorziare, possedere le proprie case, combattere al fianco degli uomini e governare. Erano anche una meritocrazia democratica, giudicando i governanti da quanto bene sostenevano e arricchivano il loro popolo “, ha detto.

Durante la conversazione, il creatore ha mostrato timore reverenziale nei confronti delle credenze norrene e del paganesimo che adoravano.

“Soprattutto, amavo il loro paganesimo. Le saghe raccontano storie di divinità così diverse dal dio cristiano. Odino, Thor, Frey e Freya erano umani . Le loro storie sono strane, ma fantastiche e credibili. Non avrei potuto scrivere lo spettacolo senza questo aspetto “spirituale” della vita vichinga”, ha affermato.

Vikings: il finale più difficile da decidere secondo il creatore della serie